venerdì 10 ottobre 2014

"Il Giardino degli specchi" - L'incontro con Sathya Sai Baba di Tullia Turazzi


Visualizzazione di

Questo non è un libro con una trama apparente, non è un racconto di fantasia, anche se ad alcuni potrebbe sembrare, è una raccolta di alcune mie esperienze spirituali, realmente e pienamente vissute, un libro evocativo, iniziatico  più da sentire dentro che da leggere con i soli  occhi fisici. Ho sempre cercato dentro di me le risposte alle tante domande che gli uomini della terra si pongono da sempre, perché sono qui? Veramente tutto quello che percepiamo con in nostri sensi limitati e' tutto ciò che esiste? 

Esiste Dio e cosa è Dio? A queste innumerevoli domande ho ricevuto risposta, Una personale e allo stesso tempo universale spiegazione, la più importante, il Dio che tanto cerchiamo all'esterno o in qualche cielo stellato e lontano, vive dentro di noi, E' noi, il nostro Se interiore profondo, quella goccia frattale divina che risvegliata ci riporta all'Oceano di Beatitudine di cui siamo parte, Sat Cit Ananda, diciamo in Oriente, Essere, Coscienza e Beatitudine, L'Io Sono primordiale, eterno e indivisibile, che noi chiamiamo Dio, dandoGli tanti nomi, forme e attributi, creando religioni e dogmi, usato e abusato termine  questo di Dio. Questo libro parla di Lui, parla di me, parla dei mondi sovrasensibili, delle mille dimore del Padre, di Arcangeli fisici oltre che spirituali, di Maestri Ascesi e viventi, della vita e  dell Amore, quello Vero, Eterno, Divino.  

Brevi racconti di vita vera, un cammino  straordinario, incredibile e infinita  varietà e bellezza dei mondi spirituali, i messaggi di antica saggezza dei maestri e delle gerarchie celesti, racconta dell'estasi e del samadhi. Un libro evocativo che trasmette una sua radianza e frequenza che va oltre le parole. Da leggere tra le righe, oltre le righe, un libro da Sentire. 

Una parte centrale della mia vita vissuta lungo le strade polverose e affascinanti dell' India, e dell'incontro degli incontri, quello con l'Avatar Sri Sathya Sai Baba, il mio meraviglioso e insondabile Guru. Parla di Shamballa terra di smeraldina bellezza, luogo dell' anima ma anche terrestre, e degli incontri con una civiltà stellare angelica avvenuta non solo in astrale ma fisicamente, lungo le strade polverose e magiche dell' India, la storia di una donna alla ricerca di se stessa, della sua parte più sacra, del paradiso perduto e la ricerca di un Amore Reale Cosmico, ci parla del Sogno che noi chiamiamo vita e del risveglio  nel nirvikalpa samadhi, esperienza che  a ventinove anni, improvvisa, fulminante rivelazione, non cercata ne voluta, un dono improvviso della Grazia,  ha cambiato la mia vita e la mia visione della realtà.e fu solo l'inizio splendente del mio percorso che non ha mia fine e che mi ha portato fino a qui, dove l'alfa e  l' omega si incontrano, dove il cielo e la terra si toccano e diventano Uno.    

Shanti Om   

Tullia Parvathi  Turazzi 

Foto del profilo di TULLIA PARVATHI SAI

Nessun commento:

Posta un commento