venerdì 10 ottobre 2014

Formello, 7 novembre 2014 - “Arma Letale … ovvero … Cambiale Sociale”



La “Cambiale Sociale” non è soltanto un freddo ed inerte strumento monetario. Tutti gli strumenti hanno un “anima”…. Noi di AlbaMediterranea abbiamo voluto darle intenzionalmente, precisamente e scientemente una sua ben definita identificazione e collocazione, anche in ambito culturale, sociale, storico, politico che possono essere definite attraverso le formulazioni che seguono :

1)       I poteri dello Stato teoricamente sono quattro :
a)       Monetario;
b)       Legislativo;
c)       Esecutivo;
d)       Giudiziario;
2)       Il potere monetario non può e non deve essere mai delegabile;
3)       La prima sovranità del cittadino è il riconoscimento del valore economico e l’emissione di divisa che rappresenti la quantità di detto riconosciuto valore;
4)       Emissione individuale del denaro da parte di ciascun cittadino come massima forma di democrazia orizzontale;
5)       Il denaro è primariamente una funzione sociale con due principali aspetti/caratteristiche :
a)       è di tutti, come uso individuale e sociale;
b)       è di possesso collettivo in quanto non singolarmente accumulabile, detenuto temporaneamente dal portatore;
6)       La funzione prima ed essenziale del denaro è la sua circolazione e non la sua tesaurizzazione, capitalizzazione, accaparramento;
7)       La circolazione del denaro è una funzione sinergica della fiducia sociale e collettiva e la sua circolazione è prova e testimonianza della restituzione e distribuzione del valore emesso dall’individuo in favore della collettività e viceversa.

Va quindi riconfermato il concetto che stante così il contesto normativo e convenzionale generalmente accettato, la banconota integra in sé il valore del lavoro dell’”altro”… 

Ma quando è possibile produrre, o meglio “creare” valore da integrare poi nella moneta?
Quando contemporaneamente coesistono i dieci elementi coagulanti, e cioè nell’esatto ordine :

1)       clima ed ambiente ottimale;

2)       territorio di dimensioni quanto più ampie possibili;

3)       massa critica di popolazione, a seconda della concentrazione in un determinato territorio;

4)       disponibilità di risorse alimentari e minerali del territorio;

5)       livello tecnologico/culturale/sociale/strutturale elevato e diffuso largamente nella popolazione;

6)       energia in quantità e a basso costo;

7)       libertà imprenditoriale singola o collettivistica

8)       beni, prodotti e servizi

9)       mercato su cui immettere i beni, prodotti, servizi

10)   moneta per “valorizzare” e scambiare tutte queste risorse

Quindi alla fine della filiera… e perché esista la filiera, occorre una moneta e quindi necessariamente una “banconota”. La “cambiale Sociale” è a tutti gli effetti una banconota, in quanto è anche “Titolo al Portatore”.

Il libro “Arma Letale … ovvero … Cambiale Sociale” parla di tutto questo e molto altro rivisitando e riformulando concetti che tutti danno per ovvi, scontati, acquisiti ed invece nascondono sfaccettature e personalità del tutto impreviste, impensabili, insospettabili …. La cui scoperta lascerà sbalorditi, frastornati, confusi, ma soprattutto con una profondamente diversa e sconcertante visione della società che ci circonda.

Di questo si parlerà nella miniconferenza di presentazione del libro che si terrà venerdì 7 novembre 2014 nel Palazzo Chigi a Formello dalle ore 16,00 alle ore 20,00 
 

Nessun commento:

Posta un commento