venerdì 28 giugno 2013

"Berlusconi, Silvio.. o morte" - Il parere di Gianni Donaudi


Faccio mie le parole che Manzoni dedicò a  Napoleone in occasione della sua morte.: " VERGIN DI SERVO ENCOMIO E DI  CODARDO OLTRAGGIO"..." . 

Premetto di non essere stato, di non essere e  di non essere mai "berlusconiano". Non ho votato PDL, non appartengo  alla "destra" radicale e neppure alla Lega Nord. Ma ho il buon senso di  pensare che l'avversario lo si debba combattere con oggettive
argomentazioni politico sociali e non sulla sua vita privata. La
Magistratura, inoltre, ha il diritto/dovere di essere AUTONOMA DALLA  POLITICA (nel 1933, persino i giudici del III° Reich assolsero il  comunista  Gyorgi Dimitrov dall'accusa di avere incendiato il  Reichstaig).

Ma ci risiamo: tutti esultano per  una sentenza degna di  zitelle puritane fondamentaliste  in un clima da Old England (o la mitica  PEYTON PLACE per intenderci!) .

E naturalmente chissà quanti tra  quella folla manipolata festeggiavano, ve ne fossero non pochi che ieri  applaudivano e magari lo votarono.

E' sempre la stessa storia! Sono  esattamente 70 anni che nella nostra Penisola si assiste alle stesse  scene . 

Nel 1997, in un interessante articolo il filosofo neo-marxista Costanzo Preve ebbe a scrivere sulla rivista  "Indipendenza",  che ...vista la partita persa, la tribù (ominide, pelasgica e  negroide, con tutto il rispetto per i veri Africani, beninteso! N.d.R.), scarica tutta la colpa sullo STREGONE DI TURNO, ritenendolo l' unico  responsabile di tutti i mali possibili & immaginabili.

La stessa massa itagli/ota che incitata da Samarcanda gettava pietrine e monetine a  Bettino Craxi e a Giorgio La Malfa (e chissà quanti fino al giorno  prima avevano la tessera del PSI in tasca!), che 10/15 anni fa  faceva i celeberrimi Giro-TONDI degli ECCE-BOMBI e in altre spetta/CULari emerite pagliacciate...

L' altro giorno si esultava addirittura  intonando "Bella Ciao", MANCO AVESSIMO VINTO LA RIVOLUZIONE  SOCIALISTA .

E una volta tanto, nel 1992 ebbe ragione la Signora  ROSSANA ROSSANDA LAVANDA (che di solito trovo troppo  cervellotica,  almeno quando le fa comodo...), nel suo articolo sul "Manifesto" " HA  RAGIONE MARTELLI..." , a trovare disdicevole quel clima di linciaggio  seguito a Tangentopoli (vero e proprio GOLPE mandato da oltre-Atlantico per punire Bettino per lo sgarro di Sigonella del 1985, come  la sentenza - Berlusconi potrebbe essere una vendetta per i suoi  rapporti con  la Libia e la Federazione Russa!) .

E meno male che  viviamo in un altro contesto storico-politico. Altrimenti si sarebbero  ripetute quelle che il grande dirigente della Resistenza FERRUCCIO  PARRI ebbe a definire MACELLERIE MESSICANE, di cui lo scempio sul  povero cadavere di MOAMED GHEDDAFI è solo l' ULTIMO ESEMPIO .

E il che  NON E' DEGNO DI UN PAESE CHE SI DICE CIVILE!    


Gianni Donaudi -  donaudig@tiscali.it

Nessun commento:

Posta un commento