giovedì 2 agosto 2012

Soldi alieni, non più dello stato - Dalle 500 lire del ministero del tesoro ai 500 euro della banca privata BCE



Ante scriptum

La banconota da 500 lire rappresentava l'espressione FORMALE del diritto pubblico come sancito nell'art.42 della Costituzione Italiana: "I beni economici appartengono allo Stato" (infatti c'era scritto REPUBBLICA ITALIANA). La FORMA del Diritto è fondamentale per il cittadino per poter comprendere il modo in cui egli sia "titolare di un diritto". Nei riquadri rossi vi era rappresentata questa CERTEZZA, cosa che oggi non ritroviamo sulle banconote EURO come dimostra la banconota da 500 euro che porta impresso il nome del Titolare del DIRITTO DI PROPRIETA', la BCE, con tanto di COPYRIGHT (diritto dell'emettitore)


Questo che segue è un collage di vari interventi a integrazione dell’articolo:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/05/16/stato-sovrano-la-penultima-bugia-e-come-sempre-il-sistema-salva-se-stesso-usando-pure-lantipolitica-ed-i-brigatisti/

Una storia affascinante se non fosse che a tratti è pure vera

Cosa accomuna Giovanni Leone, Giuseppe Saragat, Aldo Moro, Federico Caffè e il Signoraggio.

Nel 1974 viene emessa in Italia una banconota di stato di 500 lire una banconota coperta dallo stato italiano, senza signoraggio bancario ossia senza riconoscere interessi a nessuno. Ma già Il DPR del 20 giugno 1965 (Saragat) e la legge del 31 marzo 1966 n 171 (governo Moro) legge che da attuazione della moneta di stato (500 lire Aretusa dal 1966 al 1975). Dal 1974 al 1975 doppia emissione per la sostituzione). Dal 1974 con il DPR 14 febbraio parte la serie Mercurio, DM 2-aprile -1979 .

legge 31-3-1966, N 171 e D.M. 17033 del 20-10-1967. Quindi la cosa fù possibile

Moro fece passare insieme a Leone nel 74-76 l’emissione di moneta cartacea a corso legale sottraendo riprendendosi parte della sovranità che la costituzione attribuisce allo stato e non alla banca centrale che è privata..
le famose 500 lire di carta.. con i decreti del presidente della repubblica il D.P.R. 14-2-1974 ed il D.P.R. 5-6-1976
tratto da un articolo di M. Saba.

Attenzione alle date,sempre molto significative,in questo lasso di storia che non si studia,non per nulla,in nessuna scuola nè università!

1) La prima emissione ci fu nel 74 pochi mesi dopo nel 75 Leone fu al centro di furiosi attacchi sia da parte del giornale L’Espresso e del Partito radicale(da sempre i più implicati con gruppi di pressione internazionali e filoatlantici allora come oggi col gruppo repubblica che si limitano ad eseguire le direttive che vengono dal gruppo Rothshild che ha la proprietà del Financial Times ed Econimist)
Vi ricordate quando Di Pietro rilasciò loro una intervista dicendo ad USA ed UK che dovevano invadere l’Italia per liberarci da Berlusconi?
O i tanti dubbi sull’eliminazione della prima repubblica sempre operata da Di Pietro..

2) La seconda emissione nel 76 sempre su decreto del Presidente della Repubblica Giovanni Leone e fortemente voluta anche da Moro e dalla sua fazione..
Dopo una serie di ripetuti attacchi dei giornali e del partito radicale addirittura Pannella testimoniò per dimostrare che Leone avesse preso tangenti nel caso Lockeed ,oggi dopo 20anni chiedono scusa dicendo che si erano sbagliati..
http://it.wikipedia.org/wiki/Giovanni_Leone#Le_dimissioni
Nel 78 incredibilmente 20 giorni dopo la morte di Moro 9maggio 1978 (ritrovamento) invece di preoccuparsi il mondo politico di trovare i responsabili e dei mille depistaggi dei ministri dell’interno e della polizia/carabinieri con tutti gli ufficiali massoni,si preoccuparono di attaccare Leone ed il 15 maggio si dimise.
Segno che i due erano legati …nel loro destino e l’unica cosa che li legava era questa..ed in giusti 20 giorni tra 9 maggio ed il 15giugno di eliminarono entrambi..con diverse messe in scena alcune ad oggi completamente svelate altre ancora buie,ma le scuse dei radicali non nascondono quello che avvenne.
Con Moro, irreprensibile non poterono usare il metodo Hoover ossia la ”charachter distruction” ed usarono le maniere pesanti.

Moro e Leone si erano avvalsi per questa emissione anche della consulenza di Federico Caffè (che era consulente per vari ministeri ed anche del centro studi di banchitalia!) anche lui scomparso in condizioni mai spiegate nel 1987..e che aveva pubblicato studi sulla moneta buona e la moneta cattiva..la prima quella legata ad un valore reale la seconda quella stampata dal nulla (ma gli antisignoraggisti diranno che manco lui,uno dei massimi economisti del secolo ,a livello mondiale,non ci aveva capito nulla!)..e si era messo di traverso alle privatizzazioni delle banche pubbliche..poi tutte privatizzate da due governi sotto l’egida di Draghi..

3) Ci sono poi attentati mai spiegati andati sotto il nome di ‘’strategia della tensione” ma di cui mai nessuno ha capito fino in fondo il reale significato(come non si sono mai capiti gli attentati contro i simboli dell’Italia dei monumenti del 93 anche li si parlava di ri-rendere pubblica banchitalia….certo un conto è la manovalanza ,la mafia,un conto i mandanti..ad oggi ignoti..che però costarono anche la vita a Falcone e Borsellino… !).

Parlo delle bombe nelle banche pubbliche..che poi sono state tutte privatizzate..e che dopo l’emissione di moneta sono l’ultimo baluardo della difesa dello stato..infatti mentre con quelli interessi si finanzia il pubblico con gli interessi ad una banca privata si finanzia la ricchezza dei privati..

Ecco che il 12 dic 1969 furono attaccate prima la la banca nazionale dell’agricoltura poi quella commerciale italiana poi quella nazionale del lavoro (quella che finanziava l’ENI di Mattei contro le sette sorelle) tutti in 53minuti tra Roma e Milano..nella prima ci furono 17 morti..
la seconda non esplose pare per un difetto la terza causò nel sottopassaggio 13 feriti!!Perchè banche? Perché banche pubbliche solamente?

Era un chiaro messaggio che le banche pubbliche che facevano l’interesse dello stato erano in rotta di collisione con le grandi banche private dietro all’imperialismo energetico USA..e volevano avere solo loro l’ultima parola su chi finanziare e chi no…poi per loro inaccettabile che uno stato possa diventare grande senza che loro si arricchiscano prestando soldi a strozzo!

In ogni caso i conti furono regolati molto tempo dopo a causa di una classe politica DC PSI che si opponeva.. tra il 92 ed il 94 quando l’intera classe dirigente che si era opposta al totale controllo delle banche internazionali fu eliminata con la fine della prima repubblica da parte di magistrati eterodiretti (allora come oggi!) e la Banca commerciali italiana così come quella nazionale dal lavoro furono privatizzate..e quindi finalmente sottratte al controllo dello stato..

4) Come non considerare la brutta fine che hanno fanno tutti quelli che hanno denunciato lo scippo della sovranità monetaria da parte delle banche ed hanno fatto mosse in direzione di riportarla in mano statale..tutti morti ammazzati…compresi i 4 presidenti USA(e guardacaso dopo la loro morte i presidenti eletti riportarono in auge elogiando le banche centrali o le grandi banche che prestavano allo stato soldi a strozzo)

Tra questi Lincoln, Garfield, McKinley, Kennedy John e poi Bob.. gli USA detengono il record assoluto di presidenti ammazzati… Kennedy come Moro/Leone poi fecero di peggio emisero moneta cartacea di stato(nel caso di Kennedy ritirate tutto subito dopo la morte..

Arrigo Molinari ex questone di Genova ha fatto una finaccia decine di coltellate proprio quando dove essere sentito dal magistrato per la sua denuncia sul signoraggio di Bce e banca centrale..
http://studimonetari.org/articoli/arrigomolinari.html

5) ovvio che Moro/Leone o Mattei od altri eliminati erano visti come antimperialisti o cmq ostacoli alla geopolitica e finanza USA sia che si trattasse di emissione monetaria,petrolio,armi appoggio a paesi non allienati..Moro non aveva scampo avendocele tutte..visto che aveva firmato il Lodo Moro che prevedeva territorio franco in Italia per i terroristi arabi (contro Israele) e voleva anche far andare il PCI al governo..e Kissinger (appartenente al ramo tedesco dei Rothshild infatti nacque in Baviera Heinz Alfred Kissinger nato Fürth curioso stessa zona,la Baviera,del nostro amato Ratzinger..un tiro di schioppo!) lo aveva avvisato minacciandolo (lo riporta il ministro Galloni)



Commento finale:

..basti vedere come si sono svolti i fatti di Aldo Moro, in Via Fani, il nascondiglio a pochi metri dalla polizia che lo cercava in tutta Italia, conseguenti leggi di Cossiga utili al controllo dei cittadini e tutt’ora in vigore, il fatto che Moro stesse impiantando un nuovo sistema, comprensivo di un tentativo di affrancamento dalle banche, stampando in proprio le 500 lire, etc. Ed inoltre la figura del becero Manconi (ed altri) che addirittura è poi diventato coordinatore dei Verdi… Tantissimi altri fattori.. Magari nelle BR (ne ho conosciuti alcuni) c’erano anche persone “convinte”ma le fila erano manovrate dall’interno! Ciò vale anche per i cosiddetti “eversori neri”.. Qesta la mia intuizione. Qualcuno non controllato ovviamente c’era, tipo ad esempio Feltrinelli .. ma quelli non controllati non facevano danno a nessuno, non erano funzionali al sistema, erano degli una bombers qualsiasi..”

Paolo D'Arpini e Giuseppe Turrisi

……..

Siete invitati anche voi a contribuire all’arricchimento di questa rassegna di notizie/opinioni: scrivete a Paolo D’Arpini: circolo.vegetariano@libero.it

1 commento:

  1. Moro e la bufala delle 500 lire dei co.sme.si.
    (10.05.2016 : di Sandro Pascucci : www.signoraggio.com]

    Il primo problema del signoraggio sono i signoraggisti co.sme.si.: lezione I - le 500 lire di Moro

    le 500 lire di moro pero' di pascucci

    [>]

    Relativamente alla Causa del signoraggio ho purtroppo imparato che esistono dei personaggi strani, molto strani, anzi trasparenti nella rovina della Causa stessa (Lotta al signoraggio, ovvero a IGB Il Grasso Bankiere). Io li chiamo “signoraggisti complottari smerda signoraggio”, o signoraggisti co.sme.si. e l’unica fortuna è che si manifestano solo in internet, per il momento, anche se non dobbiamo dimenticare che internet è probabilmente il primo approccio che l’utente ha verso il signoraggio (una delle ragioni che spinge il PRIMIT ad operare nelle piazze, come vedremo in seguito).

    Poco importa, in effetti, se c’è solo genuina imbecillità-da-web mista a buone intenzioni-da-poltronaro dietro le loro azioni e irruzioni (non necessarie, assolutamente non necessarie) nella Causa del signoraggio poiché, alla fine della fiera, ciò che fanno è lordare e quindi indebolire la Causa stessa. La Causa, spero di non sorprendere nessuno nel dire questo, si regge essenzialmente sulla denuncia di fatti concreti, sulla dimostrazione di meccanismi fintamente scientifici e su proposte concrete di alternative valide. In una parola sulla verità contro la menzogna. La solita millenaria lotta tra il bene e il male (BBOOOM!!) e vabbè.. ho esagerato, diciamo allora: tra gli stronzi del Sistema vigente e chi non si presta più a tutto questo. Se ci mettiamo a dire stronzate anche da questa parte della barricata.. no?

    Prendiamo il caso di Moro e della stampa in cartamoneta statale delle 500 lire, presunte liberatrici d'Italia. Si tratta di un argomento con una certa diffusione in Rete (prova con Google).

    Tutto è partito per colpa mia, lo ammetto. Ho preparato, anni fa, una facile pappetta - come tra poco vedremo - e purtroppo questi signoraggisti cosmesi ci si sono ingozzati (e continuano a farlo dopo 10 anni). Ne sono così ghiotti e quindi pieni da lanciarla a cucchiaiate attraverso i motori di ricerca di Google&comp.

    La pappetta, in realtà, è per i neonati, per chi ancora non ha i denti, per chi non può permettersi il giusto pasto, non certo, quindi, per persone adulte che dovrebbero “mozzica’ li muri pe’ la fame”. L’avevo preparata come una cosuccia fatta in casa, propedeutica allo Studio vero.. insomma tutto iniziò nell’anno 2005.

    L’inizio del male (e chiedo scusa):
    (segue su http://www.signoraggio.com/signoraggio_moroelabufaladelle500lire.html)

    RispondiElimina