giovedì 22 settembre 2016

Roma, 21 e 22 ottobre 2016 - No renzi Day


Risultati immagini per No Renzi Day a Roma, il 21-22 ottobre 2016

No Renzi Day a Roma, il 21-22 ottobre 2016,  di cui prossimamente seguirà il programma per le due giornate e l'indicazione dei gruppi aderenti, ancora da perfezionare.
Questa iniziativa, a sostegno della campagna per il NO referendario, è stata lanciata da Eurostop ma ora viene gestita da un comitato ampio (con un titolo molto ampio pure): "Coordinamento per NO Sociale alla Controriforma Costituzionale".  Il referente a Roma è Mauro Casadio, a livello nazionale Giorgio Cremaschi.
Saremo in piazza San Giovanni il pomeriggio del 21 (oltre che al corteo il giorno 22) per animare un dibattito sulle ripercussioni della svolta costituzionale autoritaria, proposta da Renzi, sul coinvolgimento italiano nei teatri di guerra.
Infatti, a cavallo tra la giornata di sciopero nazionale (dei sindacati di base) il 21 e il corteo da piazza San Giovanni a piazza Navona il 22, ci sarà una "accampata" in piazza San Giovanni per la gente che viene da fuori portando un sacco a pelo.   Quindi è previsto -- per loro ma anche per tutti i romani che vorranno partecipare -- una specie di fiera in piazza dalle ore 17 alle 19, con più pedane dalle quali i vari gruppi parleranno alla folla. Un po' come i "speakers' corner" nel parco centrale di Londra, Hyde Park:
Poi, dalle 19 alle 21 ci saranno due comizi, uno sugli aspetti giuridici delle modifiche costituzionali proposte da Renzi e un altro sugli effetti sociali derivanti da quelle modifiche.
Quindi abbiamo, il 21 ottobre, un'ottima occasione per dibattere con la gente, anche in piccoli gruppetti (che cambieranno continuamente).  Invece dei soliti discorsi dal palco davanti ad una platea, ci sarà una occasione unica per interagire con la gente e per spiegare le cose per bene.  Anzi, il ruolo di chi fa lo "speaker" dovrebbe essere quello di lanciare delle idee e di invitare la gente a discuterle tra di loro, con la "facilitazione" del componente della Rete NoWar o del Comitato No Guerra No Nato che trovano accanto a loro.
Tutto questo parte dal presupposto che il Comitato No Guerra No Nato aderisca all'iniziativa.  Io, personalmente, auspicherei una partecipazione a questo evento di entrambi i nostri gruppi, che hanno identità distinte ma convergenti.
Patrick Boylan - patrick@boylan.it

Nessun commento:

Posta un commento