mercoledì 21 settembre 2016

Non è questione di renzi... e dei suoi capponi


Risultati immagini per i polli di renzo

Quando un giovanotto nato e cresciuto nella peggiore tradizione politica (la DC toscana) va a cambiare la costituzione insieme a un vecchio faccendiere della politica e della finanza (per giunta con grane giudiziarie) e a un vecchio imprenditore specializzato nel fare i propri interessi tramite in controllo del governo del paese, non ci sono molte domande da farsi sul fatto che quell'iniziativa sia o meno meritevole.

Il Senato che resta in piedi per quella che è diventata la sua vera ragione di esistere (poltrone protette dalla giustizia da riservare per gli "amici compiacenti") è vergognoso, uno schiaffo in faccia al paese.


La classe di nominati che con premio di maggioranza permette di controllare tutto è un'altra porcheria che va nella direzione di sempre (altro che rottamazione, questa è restaurazione della peggior specie - inoltre anche mancato rispetto di quei paletti retributivi immessi dal governo Monti, come avvenuto per la RAI, che tra l'altro è in crisi permanente).


E ora che il buon Perotti, consulente per la revisione della spesa pubblica, dichiara “dietro il flop pigrizia e superficialità, così si alimenta la corruzione e non si riducono le tasse”, abbiamo la conferma che il "malgoverno" domina anche questa nuova classe dirigente.


Da aggiungere il rilancio di quello che Monti stesso aveva "bollato" come dannoso, le olimpiadi a Roma, dove uno come l'ex comunista Migliore, diventato renziano, afferma che anche se è vero che sono sempre state una grande rimessa per gli stati che le hanno organizzate, è giusto "provarci".
Anche il "fedele" Zucconi, dopo aver in passato difeso l'idea di Monti oggi inventa un motivo per avviare quell'impresa capestro: "se non le facciamo all'estero penseranno che siamo un paese in cui la corruzione è talmente fuori controllo che non possiamo permetterci spese di quel genere", mentre è ovvio che il motivo sia, per tutto il mondo, l'insostenibile deficit.


Non è questione di Renzi, è questione di una classe politica "indecente", che riesce a rigenerarsi, proprio grazie ai vecchi partiti e al controllo dei nominati.


Giorgio Mauri

Risultati immagini per i polli di renzo

Nessun commento:

Posta un commento