venerdì 24 giugno 2016

Renxit, Vidit, Piddìxit... Renzi non lascia, Napolisauro ritorna




Spalleggiato dal monito del sempiterno

Napolisauro

che tutti ormai auspicavano quiescente e dedito a memorie scritte sull’opportunità di utilizzo dei carri armati, ove necessario, a tutela dell’unità europea, il sempre vispo – e soprattutto astuto – premier di se stesso (suo pupillo e creatura), con agile scatto di lepre, coglie al volo la nuova della Brexit per annullare l’incresciosa riunione interna di partito che dovrebbe sancirne la Renxit!

Più astuti di lui, ancorché meno agili nello scatto per arginarne la fuga dalla resa dei conti, i sedicenti oppositori interni che, sempre più ridondanti di fantozziane minacce verbali, aprono il campo a quello che inevitabilmente si prospetta unico esito ragionevolmente plausibile della querelle: la Piddìxit!

Così, mentre svaniscono nel nulla le speranze di cambiamento invocate da Speranza, tutti sono travolti dai catastrofici esiti dell’uscita della Gran Bretagna dalla Unione Europea…….e, a reti unificate, tutti a stracciarsi i microfoni per paventare oscuramenti solari imminenti, insieme a sanguinamenti del globo lunare, zanzare e cavallette di biblica memoria, roteanti fameliche sulle borse di tutto il mondo, epidemie, pestilenze, asfissie, flautolenze e persino la morìa delle vacche!

Una immagine sola, a testimonianza della gravità del momento dal tg3 di produzione nostrana col

cronista inquietantemente attraversato
da una saetta celeste infocata
A nessuno di questi eroi della notizie-bufala viene in mente che forse c’è da riflettere su qualcosa di più grave….. a nessun, tranne, pardon, il Tg1 che con una edizione straordinaria, provvidenzialmente  ci spiega

perché l’Unione Europea, così come la
vogliono imporre, uccide le democrazie


Adriano Colafrancesco

Nessun commento:

Posta un commento