martedì 14 giugno 2016

Campa caval che l'erba cresce - Lettera aperta al dottor Ca(m)po Dazienda-Dallorto



Egregio dottor Ca(m)po Dazienda-Dallorto, ma le sembra giusto che io e milioni di italiani siamo costretti a rimpinguarle il portafogli ogni mese col pagamento del canone, per avere in cambio giornalettismo da strapazzo, anziché giornalismo autentico come quello che per fortuna si trova in rete?

Allons enfants – Fulvio Grimaldi – 2 giugno 2016
“Le fenomenali lotte insurrezionali in Francia, dove si sta applicando la lezione latinoamericana dell’attacco allo Stato capitalista di polizia attraverso il blocco dello Stato da parte di tutte le categorie che lo fanno funzionare, meriterebbe un trattamento approfondito e su vasta scala, anche per neutralizzare l’omertà della nostra tremebonda classe politica e dei nostri media asserviti…..”

Non pensa che questa mancanza evidente di professionalità e competenza possa ritorcersi prima o poi nei suoi confronti come un

pumerang

PS“L’opinione pubblica di una nazione viene creata da un’orda di ignoranti, compiaciuti sempliciotti che, incapaci di zappare o fabbricare scarpe, si sono dati al giornalismo per evitare il Monte di Pietà.” Questo lo sosteneva un certo Mark Twain, lei che ne pensa?

Adriano Colafrancesco



Nessun commento:

Posta un commento