domenica 29 gennaio 2017

L’informazione indipendente non giova al sistema… Quindi: “delenda est!”

…non posso far altro che riconoscere che le mie più fosche previsioni si stanno avverando. Tassello dopo tassello, le oligarchie al potere stanno sempre più stringendo il cappio nei confronti delle esigue e frammentate minoranze ancora libere di manifestare il proprio pensiero critico, in modo che il gregge popolare sia costretto a sentire e leggere solo quello che l’establishment decide sia giusto per loro ed ovviamente per i propri scopi, limitando o reprimendo ogni interferenza.
Superfluo a questo punto da parte mia rammentarvi le decine e decine di miei preavvisi ed inviti a predisporvi, a prepararvi per il peggio, che deve ancora venire e che non risparmierà alcun ambito della vita civile, perché non c’è alcun dubbio sul fatto che le oligarchie faranno di tutto per conservare il potere accumulato tenendo nell’ignoranza le masse addomesticate e manipolate.
Le menzogne e le mistificazioni cui ricorreranno saranno sempre più spudorate e pretestuose, giustificate da eventi infausti da loro stessi provocati indirettamente (tramite complicità), con l’obiettivo a lungo termine di indurre la popolazione a rinunciare ad ogni forma di libertà, omologandola al pensiero unico, in cambio di una presunta maggiore sicurezza e tutela dalla paura (da loro stessi suscitata). Quindi un potere autoritario che di democratico avrà solo più l’etichetta e che si fonderà su tutti i peggiori presupposti assunti dalla storia dell’umanità: la manipolazione della paura, il divide et impera, il bastone e la carota, ed il panem et circenses (quest’ultimo per altro a dosaggi infinitesimali, soprattutto il panem). Il peggio del peggio della storia.
L’unica consolazione che sarà consentita dall’epoca che stiamo vivendo è l’impiego della tecnologia, ma solo a fini ludici e demenziali, per cazzeggiare e guardare le serie tv e le partite delle squadre del cuore. Buona vita a tutti.
Claudio Martinotti Doria


LA FINE DELL’INFORMAZIONE INDIPENDENTE SU INTERNET
Scrive Claudio Messora:
“Come era scontato, ora che la propaganda veicolata dai mezzi di comunicazione ufficiali perde sensibilmente credibilità, si procede ad annichilire qualunque forma di diffusione dell’informazione veritiera.
La dittatura avanza inesorabile. Vi prego di far circolare e di tentare di svegliare chi ancora dorme.
Molto presto, con la scusa del controllo del terrorismo, si arriverà all’instaurazione delle legge marziale.”


Nessun commento:

Posta un commento