mercoledì 11 gennaio 2017

L'altra storia mai raccontata - ....Come Saulo Paolo, l'apostolo inventato, s'inventò il "cristianesimo"


Risultati immagini per san paolo apostolo inventato

San Paolo, come san Pietro, nei sacri testi cristiani vengono descritti dotati di poteri divini miracolistici straordinari e, nel caso di Paolo, addirittura superiori a Gesù. Risuscitava anch'egli i morti (At 20,9-10), guariva gli storpi (At 14,8-10) e chiunque affetto da ogni male, pur senza essere presente di persona, con una sorta di "tele-miracolo" in grazia di un brevetto esclusivo rilasciato per volontà divina: "Dio intanto operava prodigi non comuni per opera di Paolo, al punto che si mettevano sopra i malati fazzoletti o grembiuli che erano stati a contatto con lui, le malattie cessavano e gli spiriti maligni fuggivano" (At 19,11-12).
 
Sono personaggi di cui si narra esclusivamente nei Vangeli o negli scritti apologisti dei Padri fondatori del Cristianesimo; cioé una dottrina creata per fare adepti grazie all'illusione della vita eterna ed alla resurrezione del proprio corpo dopo la morte.

La domanda da porsi è se san Saulo Paolo sia esistito veramente, oppure, come per gli altri Apostoli, verificare se questi personaggi non siano piuttosto rappresentanti ideologici di una dottrina che, obbligatoriamente, doveva essere "incarnata" in uomini prescelti e ispirati da Dio.

Un non credente, che si accinge a leggere di questo san Saulo Paolo, senza essere condizionato da prediche confessionali, percepisce subito che la trovata “geniale”, di san Luca, intesa a far creare un altro Apostolo dallo stesso Gesù Cristo “post mortem”, è un contro senso assurdo, sia storicamente, come intendiamo dimostrare, sia teologicamente, in quanto palesemente finalizzata a revisionare una dottrina precedente.Un Dio, per riscattare l’umanità dal peccato, si fa uomo e come tale si sottopone ad una passione di sangue ed estrema sofferenza. Dopo aver predicato, istruito e scelto dodici “Apostoli” con un preciso mandato, una volta risalito in cielo, si accorge di aver dimenticato “qualcosa d’importante”, allora scaraventa una folgore (a imitazione di Giove) su un certo Saulo Paolo, accecandolo e, a “Voce”, nomina un altro Apostolo con l'incarico di “aggiornare” la dottrina degli altri suoi “colleghi” che Lui stesso aveva appena istruiti: è una logica che può stare in piedi solo previo millenario lavaggio del cervello.
Nominati i dodici Apostoli ...

“Gesù li inviò dopo averli così istruiti: «non andate fra i pagani e non entrate nelle città dei Samaritani, rivolgetevi, piuttosto, alle pecore perdute della casa d'Israele»” (Mt 10,5-6).Questo “comandamento” nazionalista, conforme alla missione di Gesù limitata alla sua Patria (nulla avrebbe potuto impedire a Cristo di predicare ovunque volesse), andava cambiato.

Ma la modifica di una dottrina non poteva risultare dipesa da una esigenza umana, pertanto bisognava “dimostrare” che fu la stessa Divinità a manifestarsi attraverso un altro “Apostolo”, superiore agli altri, strumento della Sua Rivelazione e depositario della nuova “Verità” da divulgare fra i Gentili pagani.

Fu semplicissimo: bastò inventare “Saulo Paolo” e fargli scrivere alcune lettere per testimoniare sulla sua esistenza e il nuovo credo, aggiornato, del “sacrificio del Figlio di Dio risorto per la salvezza della vita eterna degli uomini”, dimostrando, così, che l'ultimo Apostolo, mai visto prima, era esistito veramente.

Emilio Salsi  


Risultati immagini per san paolo apostolo inventato

2 commenti:

  1. Mio commentino: "Pensavo di aver avuto una pensata originale inventandomi l'esistenza di un ipotetico Saulo Paolo... così non è, ci avevano pensato già i padri della chiesa..."

    RispondiElimina
  2. Scrive F.P.B. a commento dell'articolo -: "Beh, il fatto che il cristianesimo non l'abbia fondato Gesù, ma è una invenzione di Paolo, è ormai una verità storica, infatti si chiama "cristianesimo paolino " . Gesù è un sovversivo ebreo, cui interessava riportare l'ebraismo alle sue origini, non aveva nessuna intenzione di fondare una nuova religione. È S.Paolo e i Padri della Chiesa che si sono inventati una nuova religione, rubando a piene mani dalla filosofia e della teologia dei tanto odiati pagani e mescolando il tutto con la Bibbia degli Ebrei. Putroppo i cristiani non sanno nulla della loro storia. Loro sono convinti che il mondo civile inizi con la venuta del galileo. Il mondo Pagano era già completo e perfetto, sia in termini teologici sia filosofici, e non aveva bisogno di altro. Purtroppo i cristiani non sanno come il cristianesimo si è diffuso nella nostra Europa, con la violenza, l'intolleranza, l'imposizione, la distruzione dei templi e delle statue dei pagani, con il disprezzo e la calunnia. Che piaccia o no questa è la verità."

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.