giovedì 12 gennaio 2017

... il pianeta degli equilibri scassati... ed un uomo bianco di troppo


Immagine correlata

Questo è l'andamento della popolazione mondiale dal 1900 con una proiezione fino al 2300. Notare che la crescita tende a zero, ma sforerà i 10 miliardi di abitanti.
1900 1,637
1920 1,815
1940 2,195
1960 2,948
1970 3,522
1980 4,24
1990 5,081
2000 5,992
2010 6,902
2020 7,738
2030 8,451
2050 9,45
2100 10,313
2200 10,453
2300 10,455

Il "programma alimentare mondiale" ci mette al corrente che
«1) 795 milioni di persone nel mondo non hanno abbastanza da mangiare. Questo numero è diminuito di 216 milioni dal 1990 ed equivale a circa 1/9 della popolazione mondiale.
2) La stragrande maggioranza delle persone che soffrono la fame vive nei Paesi in via di sviluppo, dove il 12,9% della popolazione soffre di denutrizione.»

Questo dato potrebbe far dedurre che l'occidente è proprio bravo, e che se fosse partito prima chissà che risultati avrebbe ottenuto oggi. 

Invece la tesi vera è l'opposta, e consiste nel fatto che quando l'uomo bianco invade spazi non suoi, crea tremende sofferenze e distruzione.

Quando qualche benemerito spiega agli amazzoni che vivono senza sanità, sotto la soglia di povertà, con una pessima alimentazione, sta semplicemente evitando di "farsi i cazzi suoi".

Costoro vivono da MILIONI di anni felici e contenti nelle loro terre, in un equilibrio naturale perfetto con la natura, e noi andiamo a dirgli che le migliaia di migliaia di migliaia di anni trascorsi senza problemi sono una allucinazione, e che la verità è un'altra, quella che portiamo noi in questi ultimi "miliardesimi di secondo" (paragonati al totale del tempo).

Una riprova di questa tesi è che nel 1960 in Africa nessuno moriva di fame, nel 1970 erano una piccola percentuale, nel 1980 la percentuale era cresciuta in maniera esponenziale, e così via.

Il tutto dipende dall'incremento delle nascite ? No, non è possibile che il milioni di anni questo incremento non abbia operato. E' del tutto evidente che il sistema era in equilibrio, e che l'intervento dell'"intelligentissimo uomo bianco" lo ha distrutto completamente.

Sembra che ci sia un uomo bianco di troppo su questo pianeta.

(A cura di Giorgio Mauri)

Nessun commento:

Posta un commento