sabato 29 settembre 2012

Luigi Crocco e quando la vitamina C costava solo 200 lire al tubetto....

Luigi Crocco


A leggere molte volte il Giornaletto di Saul (vedi http://saul-arpino.blogspot.it/) e a scriverci in tante, dimenticavo di rispondere sulla esigenza di chi scrive a notizie, biografie, esperienze , letture, suggerimenti, sfoghi d'animo, filosofie e impressioni , per una vita migliore.  Ebbene se è così cosa centra penetrare negli affranti della politica anche pretendere che qualcuno risponda al applicazione di petizioni referendum ecc. che non hanno nulla a che che vedere con le nostre esigenze più umili.

Ad esempio: Perché la vitamina C mio unico antiossidante efficace sul invecchiamento sino ad ieri la vendevano 3,25 oggi 5,65 euro, e sono andato informarmi da un amico farmacista che sembrava non corrotto dalla politica, rispondendo semplicemente , il ricavo per alcuni prodotti arriva al 35% ma dobbiamo levare le spese che occorrono a noi e alla gestione della farmacia così avvicinandomi al banco ho estratto dal portafoglio 5 euro , ma guardandole le ha prese con avidità dicendo , ti faccio lo sconto di una pasta , ma ho risposto ,la pasta costa 1.20, eh si rispose per l' inflazione!

Morale : Ho preso la Vit C pensando quando la vendeva a 200 lire.


Comunque non era questo che volevo addebitare sulla storia bensì se dal tempo di questa repubblica con l'art. I° articolo della costituzione : qualunque cittadino ha diritto di lavorare per sostenersi decorosamente sul lavoro. Chiedo dove è andato a finire il decoro sul lavoro di oggi pagato e plagiato anche a meno di 5 euro all'ora per non aumentare l'inflazione come sosteneva El Berlusca seguito dal ex Governatore della Banca D' Italia diventato Presidente della BCE che ad ogni relazione annuale della Banca d'Italia soleva denunciare il problema delle pensioni al INPS allora credevo sulle basse, invece ho scoperto nel 2005 che voleva aumentare l'età pensionabile dopo che mi fece rispondere telefonicamente da un Suo funzionario di “non rispondere ai privati sulle questioni istituzionali“ sul mio semplice quesito di semplice cittadino Italiano ed europeo, se era fattibile in Europa un progetto obbligazionario speciale per aumentare assieme ai salari le pensioni.

Ed ho scritto al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che sugli auguri di capodanno 2 010 t annunciava , per quello a reddito unico .. Di mia nota “ non c'è speranza” . Io sono il garante istituzionale di 228 miliardi al INPS per pagare stipendi e pensioni...

E ancora di mia nota , ma quanti sono da 500 e 1000 euro e quanti sopra i 40 mila euro sino a 1.300.000 al anno? Ed ho cercato di contarli scoprendo che sono al parlamento Europeo dal 2009 - 8.000.000 bassi salari e pensioni.+ disoccupati , Cosi la Francia diversa da Noi anche sul governo Monti ha imposto direttamente la tassa 30% sugli alti stipendi .

 

E pensando a Mussolini primo Ministro a capo del suo primo governo, voglio anch'io lo stipendio uguale a quel onorevole che se l'è scritto 14 mila Lire.  Così alle prossime, non voto il partito ma il movimento “Monarchico democratico “ e il Re , unico responsabile obbligato a rispondere sino al ultimo dei suoi sudditi sulla crisi economica....

Luigi Crocco

Nessun commento:

Posta un commento