venerdì 14 settembre 2012

La storia di Roma, dal passato remoto al presente .. in una pagina!



Gentilissima Caterina Regazzi, mi dispiace per Paolo D'Arpini alle prese con problemi tecnici al computer (vedi: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/09/13/giornaletto-di-saul-di-riserva-del-14-settembre-2012/)

che tanti anch'io ho dovuto subire sperando un giono di raggiounger il mio traguardo che Voi ben conoscete tanto da anticiparVi oggi che forse l'ho raggiunto con l'aiuto in America del sito Manta che pubblicizza i prodotti delle piccole e medie aziende a 32 milioni di americani.
E nella speranza invio al Vostro Giornaletto di Saul una pagina della nostra storia passata sperando il presente sul futuro migliore


11
Oggi sul esempio del più grande poeta d ' america Ezra Paund , provo esprimere tramite alcune statue la mia disapprovazione al governo. E con Giulio Cesare
Verognatevi !!! Nessuno. neppure uno dei miei più vili mercenari a Roma.avrebbe tradito così vergognosamete l'italia , sul Vostro imperio.
Ma in quale servizio di arte economica nella regione longobarda vi siete esercitati ,che da me, anche uno solo dei più vili senatori , avrebbe avuto vergogna di parlarne . La produttività ! Che cos'è ? Ai miei tempi il contadino produceva grano, per il pane al popolo di Roma e molto spendeva tanto veniva pgato + il suo tornaconto che serviva alle tasse e al mantenimento della domus e della sua famiglia
E le cipolle '? Pagate allo stesso modo anche di più perchè servivano ai calzari dei legionari a curare i calli , per marciare più forte e più a lungo! Tantochè, per mancanza di cipole, un giorno , fecero il primo sciopero che la storia ricorda. Ma per aver letto in italiano sui vostro dizionario che, la produttivià è la somma dei fattori variabili atta a produrrre dal inizio alla fine , anche grano e cipolle.
Voglio dirvi che, al mio tempo le variabili erano micidiali più delle vostre poichè dipendevano dal tempo dalle epidemie dalle invasioni barbariche dagli incendi ecc. Ma sulla mia più onorevole storia voglio ancora dirvi che, appilcavo le tasse per pagare i miei consoli i miei legionari ecc.. In una sola parola tutta la mia corte che doveva difendere con la mia politica a Roma , l'Impero Romano E voi ultimi , su uno stivale , non riuscitite a capire neppuer il mio comando sul economia di allora : Se il popolo di Roma pagava le tasse gli aumentavo l'impero e se aumentavo l'impero gli aumentavo la ricchezza e aumentando la ricchezza aumentavo i legionari per difenderli dalle predazioni barbariche sul lavoro del grano , pane , cipolle , animali , utensili sui loro mercato di arti, mestieri e commerci per la domus et familias. E prima della caduta del Impero Romano la statua di Marco Aurelio sul Campidoglio : Sono l'ultimo degli Imperatori . ma sin da giovane scrivendo “I ricordi” capii l'importanza di difendere l'impero costruito dai miei avi , famiglia degli Ottaviani , che mi ispirarono sul esempio di uomo poi d'imperatore, attento alla gestione da lungimerante e saggio , democratico , filosofo e profeta per la mia missione d' imperatore, sacerdote e guerriero . Ma oggi su questa scala vedo salire tante facce turpi da ignoranti diabolici , villani mistificatori e assatanati falsificatori , che urlano : Dammi quella poltrona che ti do il mio voto , certamnete ma prima voglio che tu mi faccia quella legge ad personam e se alle prossime elezioni il mio partito perde , ricordati di allearti con me , che in parlamento , difenderò il tuo operato su quello del mio partito.
Morale: Lasciando da parte I poeti che parlano con le staue, mai dimenticare sulla caduta di Roma l'insieme a professori, pricipi del foro, Re e imperatori per una “carega “ , economisti, saggisti , filosofi, religiosi , mercanti, legionari, generali, inventori , poeti e scrittori , tutti mercenari di chi è pagato di più al servizio del sesterzo , per farci tornare a pane e cipolle come al tempo di Giulio Cesare , alle prossime elezioni darò il voto se ci sarà non il partito ma il movimento “ Monarchia costituzionale democratica “ con un Re, barbaro provvisorio anche del Belgio, che stilò lo statuto Europeo per la firma a Roma 1999

continuerebbe...

Luigi Crocco

Nessun commento:

Posta un commento