martedì 11 settembre 2012

Fabrizio de Jorio: "OMT: outright monetary transactions. Come fregare i cittadini “illimitatamente” e vendere la sovranità nazionale alle banche…"

Alba magica - Dipinto di Alfredo Santella


(Comunicazioni di servizio di Paolo D'Arpini - 11 settembre 2012)

Da giorni se ne leggono di cotte e di crude sui media sussidiati, a partire dalla scintillante vittoria della corazzata Monti sui Tedeschi (corollario: quindi alle prossime elezioni, votate bene)

Ecco quindi la guida anti fregnacce-sussidiate su quanto è stato deciso dalla BCE (in accordo coi tedeschi, credetemi).

Partiamo dalla nuova sigla inventata dai nostri solerti eurocrati:

OMT: outright monetary transactions

Questo il nome tecnico dato al meccanismo conosciuto come “scudo anti spread” (grazie ai mitici media-sussidiati)

Come funziona il programma OMT:

1) La BCE ha la facoltà di comprareillimitatamente bond con scadenze fino a 3 anni dei paesi in difficoltà (i cialtroni con spread elevato)

Commento: la parolina magica illimitato ha immediatamente fatto “rizzare” i mercati azionari e obbligazionari nella stratosfera, abbiamo appena vissuto una giornata di giubilo come se Draghi avesse annunciato un vero e proprio QE in stile americano. Niente di tutto questo….anzi….

2) Gli acquisti illimitati sul mercato saranno “sterilizzati” esattamente come per il vecchio programma SMP

Commento: In una frase, “nessun nuovo euro verrà stampato e iniettato sul mercato”. La BCE la settimana seguente gli eventuali acquisti di bond fino a 3 anni, andrà sul mercato a “drenare liquidità”. In pratica offrirà un tasso di interesse adeguato alle banche per farsi prestare i soldi utilizzati dal programa OMT di settimana in settimana. Sapete cosa significa?Che la liquidità a disposizione dell’economia reale verrà RIDOTTA per finanziare il settore pubblico. Eh si avete capito bene, per finanziare gli efficentissimi stati spendaccioni verrà ridotto lo stock di credito diponibile per il settore privato europeo.

In questo giochetto Italia e Spagna ci guadagnano perchè ribaltano gran parte del costo (tassi maggiori per il settore privato) su tutta l’Europa.

3) Il programma OMT è CONDIZIONALE (ve lo avevamo detto o no?), la BCE potrà acquistare bond sul mercato secondario SOLO dei paesi che hanno sottoscritto un programma di aiuto con il fondo EFSF o ESM (se mai vedrà la luce).Solo se i fondi EFSF/ESM agiranno sul mercato primario (in asta di offerta delle nuove emissioni) la BCE agirà sul mercato secondario.

Commento: come noto, per accedere ai programmi EFSF e al futuro (?) ESM gli stati devono firmare un memorandum sulle politiche economiche da implementare e accetare sul proprio territorio ispettori (pare grandi estimatori di birra e crauti!!!!)

Chi si aspetta che da domani la BCE si metta a comprare Bond italici si dia una sonora calmata. Attualmente la BCE può comprare bond Greci, Irlandesi e Portoghesi, ovvero quelli di nazioni che hanno già un memoradum firmato (rispettato non saprei…vero Atene?) con il fondo EFSF.

Conclusione

Quello di Draghi è stato un bel colpo di teatro, in particolare quando si è messo a fare dello spirito su chi fosse il banchiere centrale contrario al programma OMT. E’ vero, la Buba ha votato contro ma si tratta di un ridicolo gioco delle parti anche per fare stare buoni gli elettori tedeschi (comprensibilmente agitati, ve lo immaginate fare la fine della Lombardia con la Sicilia? Potendo evitare….)

In realtà il programma OMT è una meccanismo debole, non inflazionistico e perfettamente controllabile dai paesi forti. Faccio anche notare che i mitici acquisti “illimitati” sono limitatissimi.

Se un paio di aste di liquidità andassero deserte il giochetto si romperebbe immeditamente. Non saprei dire quante siano le cartucce della BCE, gli analisti sono concordi nel mettere il tetto a 300mld di euro nel totale di SMP e OMT.

Per ora la BCE ha in pancia circa 187mld di titoli di stato europei (carta straccia greca compresa) dunque le munizioni “illimitate” assommano all’incirca a un 113mld di euro. Una barzelletta.

Poi c’è la questione della “condizionalità” e qui apriamo una parentesi operativa: a pensare male spesso ci si azzecca, io credo che esista un piano che tenda a spostare forzatamente sovranità dalla periferia (stati) al centro (Bce/Bruxelles). Lo spostamento di sovranità avviene per scalini in occasione di crisi sistemiche, crisi segnate dall’innalzamento degli spread.

Così:

-oggi sappiamo che l’Italia per usufruire dello scudo anti spread deve chiedere aiuto e sottoporsi a condizioni (spostamento di sovranità)

-Vedrete che il premier Monti e i Leader che lo appoggiano si affretteranno a dire che l’Italia NON ha bisogno dello scudo e non ha bisogno di chiedere aiuto, in fondo gli spread sono calati e la borsa è esplosa verso l’alto a dispetto di un economia reale in piena depressione e deindustrializzazione.

-L’Euforia può finire in qualsiasi momento e di notizie negative ne abbiamo a vagonate.

-Per la cessione di sovranità è necessaria un altra crisi dello spread: SCOMMETTIAMO CHE CI SARA’?

Consiglio operativo: portate a casa i guadagni su BTP e Borsa, se avete lo stomaco cominciate ad aprire posizioni short su azioni e obbligazioni. Fate piccole operazioni con l’idea di incrementare nel tempo.

Fabrizio de Jorio



p.s. su youtube esiste un video agghiacciante di Monti (novembre 2011) che spiega il meccanismo per “fare cedere sovranità” attraverso salutari crisi. Meditate gente e mi raccomando, votate bene alle prossime elezioni

Video menzionato: http://www.youtube.com/watch?v=nTHN0yitxBU


..................

Commento ricevuto:

”Le nostre decisioni in parte hanno contribuito ad aggravare la congiuntura economica: solo uno stolto può pensare di riuscire a incidere su un male che dura da decenni senza causare nel breve periodo un aggravamento della situazione che deriva da una riduzione della domanda”, ha detto il premier Mario Monti. Cioè ha ammesso, candidamente, che il crollo del Pil 2012 del 2,1%, conseguente alle tre manovre finanziarie varate dal suo governo nel 2011, ha creato la recessione in Italia. Il colpo di grazia, a novembre 2011, con il famoso decreto “Salva Italia” (ma che bel nome…?), che ci ha portati dritti dritti alla recessione, nonostante i sacrifici di lavoratori, pensionati e famiglie!!! Ma loro, la casta dai tecnici/ politici/banchieri/massoni neanche un euro si sono tagliati, anzi!!! Vitalizi, emolumenti, prebende e assegni di indennità parlamentari, sono indicizzati non in base all’Istat, (1,3% annuo) come per tutti noi mortali, ma secondo il visto della vita reale!!!! Ossia 5/6% l’anno, cioè tre volte tanto!!!

Chi ha conosciuto Monti così lo descrive:

«Come persona è corretta: non ha la mentalità della casta, non è borioso, è anche sensibile socialmente (a meno che non abbia cambiato divisa da allora) umanamente può essere considerato consapevole dell’esistenza di chi privilegiato non è. Ma tutto lì. Vive come tanti altri ‘tecnici’ nella torre eburnea delle loro competenze ’scientifiche’, ammantati da un gergo della inautenticità sociale spaventoso (…). È un monetarista ‘puro’, il che significa – per i non adepti – una persona che pensa per astrazioni, per una dottrina economica teorica i cui paradigmi devono ‘forzare’ la realtà a entrarci dentro. Tutto il resto è trascurabile: in primis le scelte strategiche di un piccolo Paese come l’Italia, i cui interessi possono non essere ‘coerenti’ con i nostri ‘amici’obbligati».

Insomma, Monti è incapace (come Draghi) dell’esercizio mentale oggi più urgente: la critica seria del sistema finanziario che, invece, sono chiamati a difendere e al quale appartengono per poterlo veramente riformare. Per lui pensare fuori dalle righe dell’ortodossia monetarista è impossibile ed è per questo che è stato selezionato dai poteri bancari e finanziari. Rectius gruppo Bildelberg… Ma basterà Grillo???

Jivan

.................

Mia rispotina:

“..sicuramente no! Essendo anch’egli con il suo sponsor Casaleggio, un ammortizzatore del sistema di controllo del potere costituito…, forse conviene sperare in un’altra specie… (non umana)!” (P.D'A.)

1 commento:

  1. Caro Paolo... Questo Fabrizio de Jorio è uno dei nostri nemici... uno che sta dalla parte di la della barricata... che non ha ancora capito una beata ceppa di nulla di quello che è successo e che solo adesso sta appena minimamente raschiando la parte più superficiale della vernice.... Troppo deve metabolizzare ancora prima di rendersi conto del letamaio in cui ci stanno precipitando... Pure se da operatore di borsa qualche incongruenza (pure sulla falsa scala recitata secondo la commedia dell'arte della recita messa in atto dalla Grande Finanza) anche costui incomincia a percepirla... tanto che dopo essersi meravigliato dei conflitti logico-operativi della cupola mafiosa europea-mondiale ormai palesi, imspiegabili (per quelli come lui)incompatibili con lo scenario che continuano a raccontargli.... anche lui ai suoi clienti consiglia .... : ESTOTE PARATI.... ESATTAMENTE QUELLO CHE CONSIGLIO IO.... Ma per ragioni diametralmente opposte.... In ogni caso bisogna ravvisare il bello ed il buono dovunque... e quindi prendere anche questa nota di Fabrizio de Jorio come un altro piccolo passo o tassello verso il disvelamento della verità alla massa dei cittadini... Quando ci arriveremo avremo vinto. Intanto di nuovo vi incito : ESTOTE PARATI. Veiensfurens (alias OrazioFergnani - AlbaMediterranea.

    P.S. TUTTI A ROMA DAVANTI A MONTECITORIO IL XX SETTEMBRE, ORE 10,30.

    RispondiElimina