mercoledì 19 settembre 2012

Condivisione di prodotti ed immagini bioregionali.... il buon esempio viene da Vignola

Scenetta al mercatino bio di Vignola (Mo)


Eccoci qui, tra pochi minuti siamo di partenza, Caterina ed io, per recarci alla consueta visita settimanale al mercatino bioegionale di Vignola, che si tiene presso l'azienda La Bifolca di Agribio. Come leggerete nell'articolo che segue questo mercatino non è un semplice luogo di vendita ma un importante punto di incontro per parlare e conoscersi, per tramettere esperienze e programmi, familiarizzarsi con il territorio, fare amicizia, apprendere l'arte della presenza nel luogo. E' anche una buona occasione per gironzolare nel campo adiacente, a rubacchiare more e pesche e mele e erbette selvatiche. Di tanto in tanto vi si tengono eventi culturali caserecci, con musica popolare dal vivo e pure commediole spinte... Trovo che sia un buon esempio di "commercializzazione" paesana senza intenzioni commerciali.

Tra l'altro approfitto di questa comunicazione per informarvi che mercoledì 26 settembre ci sarà la festa di commiato e di partenza per la Carovana della Solidarietà Emiliana. Vedi:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/09/19/passi-avanti-la-carovana-della-solidarieta-emiliana-a-favore-della-popolazione-terremotata-di-finale-emilia-tre-giorni-a-piedi-con-partenza-da-vignola-mo-il-27-settembre-2012/
(Paolo D'Arpini)
...........


Molto più di un mercatino di prodotti bio!

E’ sotto il nome dell’associazione AgriBio Emilia-Romagna che nasce spontaneamente una iniziativa interessante, nuova e antica allo stesso tempo. Alcuni piccoli agricoltori, produttori e artigiani si incontrano tutti i mercoledì dalle 17,30 alle 20,30 presso l’Azienda Agricola Biologica “La Bifolca” di Maria Miani, in Via dei Gelsi 150/5 a Vignola (nei pressi della piscina comunale, oltre il complesso residenziale “La Corte nel parco”, verso Marano), per dare vita ad un piccolo mercato Biologico e Solidale che speriamo di veder crescere. I Contadini dietro Casa.

Piero e Maria al “mercatino bio” del mercoledì (ore 17.30-20.30) presso l’azienda agricola “La Bifolca” (foto del 12 settembre 2012)
Non sono un “negozio”, ma un incontro. E da questo incontro, grazie allo scambio di idee e lavoro, nascono iniziative e la speranza concreta di un pezzetto di un’economia diversa fatta di persone e di conoscenze. Sostenendo l’economia locale, ma soprattutto l’economia che ci riporta alla terra. Invitando la terra ad essere di nuovo viva e produttiva. Così sosterremo la nostra salute. E lo faremo in modo attivo.

Frutta e verdura rigorosamente di stagione, diverse varietà di olio, pane e biscotti, formaggi e farine, tutto biologico. E’ possibile, certo, fare una bella spesa genuina, ma i contadini non sono lì per fare solo “la loro economia”, ma per dare un segnale di sostenibilità e di socialità. E’ così che è nato il salotto contadino su balle di paglia, con la degustazione dei prodotti in vendita serviti su piatti di ceramica e bicchieri di vetro.

È con loro che possiamo collaborare per una politica costruttiva e solidale. Nel salotto possiamo conoscere i produttori da cui compriamo, possiamo interagire con loro, suggerire nuove politiche e nuove iniziative, possiamo crescere con loro. Nel salotto possiamo anche rilassarci dopo una giornata stressante e caotica per vivere quella tranquillità che solo in campagna si può ritrovare.

Monica Bononcini

(Fonte: http://amarevignola.wordpress.com/)

Nessun commento:

Posta un commento