martedì 11 luglio 2017

Nuovo reato ideologico: "il saluto romano" - La polizia del pensiero avanza, grazie al PD...


Immagine correlata


Evidentemente per i democratici DOC,  o DOP che siano, la verità si afferma solo per legge. Dopo la recrudescenza sui reati d'opinione, in merito allo svolgimento dell'olocausto, non poteva mancare l'incriminazione per  il "saluto romano" revanscista e fascista. 

Eppure il lungimirante Ennio Flaiano  sosteneva  che ci sono due tipi di fascismo: il fascismo propriamente detto e l’antifascismo.  In quale di queste due categorie possiamo posizionare la  recente  proposta di legge Fiano (PD) contro l'esibizione di cimeli  e di espressioni nostalgiche?  

Di una nuova legge repressiva non si sentiva però la nostalgia, in Italia esistono già  leggi (Scelba, Mancino) atte a reprimere ed impedire la ricostituzione del partito fascista e le manifestazioni di odio razziale e religioso. Esistono anche le intimidative leggi sul vilipendio, prerogativa tutta italiana e di sicura matrice "fascista". 

Una democrazia sana deve tutelare le minoranze e il diritto di queste di manifestare le loro idee. E nella costituzione italiana è garantita la libertà di espressione:
"Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione."
(Primo  comma dell'articolo 21 della Costituzione della Repubblica Italiana)

Evidentemente nella sua aberrante protervia del voler modificare la Costituzione il partito di Renzi ora se la prende con la "libertà di espressione" e vuole modificare anche questo articolo... 


Immagine correlata


Ma - la butto lì-  che dire  dei finti centurioni romani  che davanti al Colosseo si fanno fotografare con i turisti esibendosi in plateali "saluti fascisti"? 

Quindi secondo la proposta di legge "antisaluto" se uno è in borghese e fa un saluto romano viene incriminato se invece è mascherato da centurione riceve la mancia. 

E per quanto riguarda  i saluti innocenti a mano tesa che spontaneamente sorgono quando si chiama un amico lontano o si gratifica una platea di ascoltatori, cosa propone la legge Fiano? 

Insomma la polizia del pensiero non aiuta la causa della democrazia, anzi..." 

Paolo D'Arpini

Risultati immagini per paolo d'arpini saluta

Circolo Vegetariano VV.TT. 



Esempi di saluti democratici "fascisti",  innocenti: 

Risultati immagini per politici salutano a mano tesa


Risultati immagini per politici salutano a mano tesa


Buone Nuove dal parlatorio:


Nessun testo alternativo automatico disponibile.


L'immagine può contenere: 1 persona


Commento di Paolo Sensini: "Ma perché stupirsi così tanto della legge voluta dall'on. Fiano (con pene da sei mesi a due anni, aumentata di un terzo se il reato viene commesso via web), considerato che la storia e la scuola da cui proviene questo signore è tutta costellata di tali "instrumentum regni": menzogne, violenze, diffamazioni e/o congiure del silenzio, propaganda, ospedali psichiatrici per dissidenti, galera per chi non la pensa allo stesso modo e tanto, tanto vittimismo..."

4 commenti:

  1. Commento di Sebastiano Cosenza:

    "Ricordo che nella tanto disprezzata realtà yankee bruciare la bandiera americana non è reato e costituire un partito nazional-socialista non è reato (esistono anche i nazisti dell’Illinois !). Se qualche cerebroleso si atteggia al saluto fascista lo mandiamo in galera? Se un altro semi idiota riempie il suo locale con cimeli fascisti cosa facciamo glielo chiudiamo? Una democrazia sana deve tutelare il diritto di manifestare le proprie idee. Le maggioranze gestiscono il potere e possono esprimersi con tutti mezzi , e la superiorità morale  delle loro idee non deve temere le espressioni (anche aberranti o considerate tali) delle minoranze."

    RispondiElimina
  2. Commento di Massimo Marzano

    "Blaterano di "apologia del fascismo" ma poi nell'ordine appoggiano:
    1)I nazisti israeliani
    2)I nazisti ucraini
    3)I fascisti venezuelani
    4)I ribelli "moderati" in Siria.
    5)La monarchia wahabita in Arabia Saudita.

    A STO GIRO DO RAGIONE AI GRILLINI TUTTA LA VITA.
    NON SI PUÒ GRIDARE AL "FASSSSISSSMO" PER DEMONIZZARE GLI AVVERSARI SCOMODI,SALVO POI APPOGGIARE I FASCISTI PER I PROPRI COMODI GEOPOLITICI!"

    RispondiElimina
  3. Scrive F.G. a commento dell'articolo:

    "La legge del sionista e ultrà renzista Fiano è un miserabile depistaggio dai tonfi continui del suo boss Renzi e serve a occultare il fatto che il peggio-del-fascismo oggi sono il PD e i suoi referenti internazionali. Bene hanno fatto e spiegato i 5 Stelle."

    RispondiElimina
  4. Commento di Jimmie Moglia: "... Per quel che vale.... a quasi 80 anni dalla sua fine, il fascismo e’ (o dovrebbe essere), un fenomeno storico, da cui trarre istruzione e del quale riconoscere le conseguenze socio-politiche.
    Tra l’altro, a leggere i deprecati ‘slogans’ (almeno quelli che si leggono su RT), si tratta di inviti alla pulizia e correttezza. Il che era infatti uno degli obiettivi meno biechi o operettistici del regime. La cosa dovrebbe aiutare a ricordare lo stato dell’Italia di allora, specialmente in certe aree del proletariato contadino e del lumpenproletariat urbano.
    Non si dovrebbe (spero), dare del ‘fascista’ a chi usa il sapone quando si lava, solo perchè a predicarlo era anche il fascismo.
    Il ‘divieto’ in questione e’ una stupidaggine da operetta, imitandovi proprio certi aspetti del fascismo. Non renderà i ‘fascisti’ meno fascisti e in quelli che usano la testa per pensare suscita solo commiserazione per le ‘autorità’ autrici della trovata.
    E' un po' la controparte, 'mutatis mutandis', di una sempre piu' irrilevante sinistra ortodossa trotzkista (internazionale), che si accanisce contro gli 'stalinisti' con tirate che sarebbero anche loro da operetta, se gli accusatori non credessero di fare sul serio.
    Vale, Jimmie"


    Risposta di Fulvio Grimaldi: "Proprio no, quando lo scopo del farabutto proponente e dei suoi sponsor sionisti è quello di gonfiare un pericolo in orbace per occultare la realtà criminale del fascismo euro-atlantico in atto, compresi i massacri bellici a cui l’Italia partecipa. Correttissima la reazione del M5S ed evidenti i tentativi di censura di chi bolla di negazionismo chi si azzarda a fare lo storiografo, o chi evidenzia l’asservimento delle nostre istituzioni ai delinquenti della vaccinazione obbligatoria. (Fulvio)"

    RispondiElimina